Testimonianza di M.G.

Mi chiamo M. sono giunta a Mehaleon tramite una cara amica che mi ha parlato tanto di Lui… ho cominciato a leggere il libro che parla della sua vita e trovo il racconto molto intenso, a tratti difficile a credersi, ma profondamente vero. Questa è la sensazione che ho, ma anche il limite della mente razionale che spesso mi dice “ma non è possibile”. Tuttavia non mi limito alle direttive del cervello ma mi metto in ascolto, degli elementi, del corpo, delle energie, del cuore.

Con Mehaleon ho avuto tre contatti telefonici che sono andati molto bene e l’energia che canalizza ha cominciato a lavorare in me e nelle persone a me vicine.

Spesso la sera mi metto in meditazione invocandolo, senza bisogno di telefonare. Come comincio sento il mio corpo pietrificarsi e poi annullarsi, ho dei flash e delle visioni che si alternano spesso in modo confuso, ma ne sento il beneficio. E’ difficile condividere queste cose con chi non è pronto ma sono certa che verrà il momento… In ogni caso racconto ciò che mi è successo il 25 luglio: quella mattina, ero nella casa di campagna a Castiglione Olona. Appena sveglia guardo l’orologio e vedo che sono le otto meno dieci. Decido di farmi un caffè con una fetta di marmellata e scendere il giardino a fare colazione. Mi metto sotto il mio albero preferito (una specie di rifugio, di capanna, di cattedrale) e comincio a leggere il capitolo nel quale Carmen descrive il suo arrivo a Düsseldorf da Mehaleon. Leggo tutte le sensazioni provate, la magia del luogo che per me diventa quasi palpabile e le lacrime cominciano a rigarmi il viso. Avevo molta gioia e molto sentimento. Finito il capitolo, comincio a camminare in giardino con il libro sotto il braccio. Dal mio risveglio era passata forse un’ora. Ero in una situazione di estasi. A un certo punto mia madre, che si era appena svegliata, si affaccia alla finestra e mi chiede che ore fossero. Io guardo l’orologio e rispondo: le otto meno dieci! Le otto meno dieci? Ma come è possibile? …Il tempo si era fermato! il tempo non era passato, avevo ricevuto un’ora in più di regalo quel giorno che, anziché avere 24 ore, per me ne aveva 25 ed era il 25 luglio. Ho provato a chiamare Mehaleon per un bel po’, avrei voluto comunicarglielo, ma non era cosa, il telefono rimaneva occupato.

La sera molto spesso invoco il Divino e Mehaleon ed entro in una meditazione piena di sorprese.

Ora sono in vacanza e continuo a leggere il libro, distillando pagina per pagina. Mi piace, mi piace molto questa storia e sento sempre di più la presenza divina o buddica dentro di me. Vorrei davvero incontrare Mehaleon e sono sicura che verrò a Bellaria a fine settembre. Per il momento vi abbraccio M. G.

Traduci »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.