Testimonianza di M.

Salve a tutti voi Figli della Luce: Sono M. conosco Mehaleon da un anno circa, puntualmente vado a Bellaria con la mia compagna, che ultimamente esprimeva il desiderio, da me condiviso, d’incontrare Mehaleon nella Casa della Luce a Düsseldorf. Abbiamo deciso una data che Lui ha approvato e che consentiva anche alla figlia della mia compagna di venire con noi. Quindi lunedì mattina siamo partiti da Bologna dove un aereo bimotore ad elica di piccole dimensioni, “ci aspettava” per portare noi ed un piccolo gruppo di altri passeggeri, a Düsseldorf.

Dopo circa un’ora di viaggio, abbiamo sentito un forte rumore provenire da uno dei motori dal lato sinistro dell’aereo posizionato sotto le ali del velivolo dal quale è cominciato a fuoriuscire del fumo. Subito dopo l’elica del motore  si è fermata e l’aereo ha fatto una rapida virata a sinistra verso il basso, sembrava sul primo momento fuori controllo ma fortunatamente il pilota è riuscito a riportare il velivolo in asse: viaggiavamo con un solo motore, che oltretutto non produceva un rumore rassicurante.

Il comandante ci ha avvisati che avremmo fatto un atterraggio d’emergenza a Monaco e nel velivolo è calato un religioso silenzio disturbato solo dagli ululati delle spie provenienti dalla cabina di pilotaggio e dal rumore del motore superstite. Con una compostezza lodevole, ognuno di noi ha creduto di morire: alcuni di noi piangevano, come la figlia della mia compagna, altri pregavano vistosamente, altri si facevano il segno della Croce, perfino l’hostess, seduta con la cintura ben stretta al corpo, ad occhi chiusi si cimentava in profondi respiri. Durante questi terribili minuti anch’io pregavo ad occhi chiusi e invocavo lo Spirito Santo affinché tutti potessero mettere piede a terra incolumi e noi poter arrivare da Mehaleon e Meha, quando ad un certo punto ho visto la croce di Mehaleon, di color oro brillante per una decina di secondi e dopo un bel cielo terso, che mi ha tranquillizzato e mi ha fatto capire che tutto sarebbe andato bene. Così infatti è stato, il comandante ha eseguito un atterraggio da manuale e le decine di ambulanze e camion dei pompieri che ci aspettavano sulla pista, fortunatamente, non sono dovute intervenire. Una volta scesi dall’aereo però, sono stato assalito da una profonda angoscia, che mi ha fatto decidere in prima battuta, di tornare a casa in treno: non volevo proseguire il viaggio e soprattutto non volevo salire su un altro aereo. Erano circa le 12/12.30 e nello stesso momento a Düsseldorf Meha vedeva me, solo me, in preda al panico e l’ha detto ad alta voce in presenza di Mehaleon e delle persone che in quel momento erano nella Casa della Luce per la terapia. Dopo un’ora circa mi sono calmato e, vista l’impossibilità di tornare a casa nell’immediato, per di più in treno, ho decido, insieme alla mia compagna e a sua figlia, di continuare il viaggio per Düsseldorf. Abbiamo aspettato fino alle ore 17 prima di salire su un altro aereo e nell’attesa, mi sono assopito su una poltroncina dell’aeroporto e durante il dormiveglia mi è apparsa nuovamente la Croce di Mehaleon e l’azzurro rasserenante che mi era apparso qualche ora prima, come a spronarmi nel continuare il viaggio per potere finalmente incontrarLo. Siamo giunti da Mehaleon che ormai era sera inoltrata ed egli dimostrandoci tutto il suo amore, ci ha ricevuto il giorno dopo, scombussolando tutta la sua agenda. Durante la terapia del giorno seguente Meha ci ha confermato che il panico che mi aveva assalito il giorno prima dopo essere atterrati incolumi, derivava da tutte le paure di tutti gli altri passeggeri, che avevano visto in me una luce e l’avevano seguita, liberando così le persone stesse da quel senso di terrore che in certe occasioni ci assale.

Grazie allo Spirito Santo, grazie a Mehaleon che intercede per noi, per averci protetto e grazie  a Meha per tutto quello che fate per noi.

Con profondo affetto e gratitudine, M.

Traduci »

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.